di Maurizio Di Gennaro

Ci sono persone talmente sfiduciate del panorama politico internazionale, nazionale e locale, che o non vanno a votare da tempo o sono propense a non andare a votare alle prossime elezioni.
In fondo, le comprendo, anch’io stavo prendendo quella deriva politica… ma poi replico loro, dicendo:”Allora, impegnati in prima persona. Provaci! Costruiamo insieme un’alternativa auspicabile e condivisa. Oppure, se non vuoi, sostieni qualcosa di nuovo. Poi, magari, potrebbe rivelarsi in futuro deludente, ma almeno ci hai provato.
Andiamo a votare, perché, non andandoci, forniamo più potere a chi ha ‘pacchetti’ di voti (a me risulta ancora un ‘mistero’ il perché ci sia gente che va a votare, seguendo le ‘disposizioni’ di qualcun altro…) e continua a gestire ed amministrare secondo le sue ‘logiche’.”
Tante piccole barche potrebbero cambiare lo scenario attuale e realizzare in futuro qualcosa di bello e buono. O no?

Altri Articoli